Croazia


Live slow and sail fast... dove trascorrere la vacanza dei sogni

Dalmazia, Spalato e Dubrovnik

 

Dalla Dalmazia e Spalato verso Sud fino a Dubrovnik: i paesaggi mozzafiato della Croazia continuano a susseguirsi nel Mar Adriatico costellato da arcipelaghi, riserve naturali, catene montuose dell’entroterra e acque cristalline. 

 

Dalmazia centrale

 

Spalato: si trova al centro dell’incantato arcipelago di questo mare azzurro e trasparente dove è un sogno perdersi tra spiagge e baie sassose. È la seconda città della Croazia ed è un insieme di monumenti storici ma anche un vivace luogo di vacanza che da sobborgo marinaro al tempo dei Romani è diventato oggi “capitale culturale” della Dalmazia.
Imponente e allo steso tempo imperdibile è il Palazzo imperiale di Diocleziano affacciato sul porto e costruito col miglior marmo italiano e greco e colonne e sfingi egiziane. Spalato, non è soltanto una città-museo ma un vivace polo universitario e meta turistica che trova nella città vecchia il quartiere più animato. La “Riva” il bellissimo lungomare che si affaccia sul Mediterraneo arricchito da alte palme e giardini, in estate è il fulcro della vita notturna cittadina, che si conclude nelle numerose discoteche della zona. Privilegiata da un clima perfetto, è la città più soleggiata d’Europa ed è protetta dai venti grazie alle isole che la circondano. 

 

Trogir: la perla dell’Adriatico è conosciuta come “la piccola Venezia”, in quanto è uno dei più belli e antiche esempi di città fortificata. Il centro storico sorge tra la terraferma e l’isola di Čiovo su un isolotto a cui si accede attraverso un ponte, alla vista non si può non pensare ad un castello sull’acqua. 

 

Brač: è l’isola principale dell’Arcipelago di Spalato. È un’isola rilassante piena di vigneti, oliveti e pinete con oltre 10 chilometri di spiagge sia di sabbia che di ciottoli. È la perfetta destinazione per chi ricerca tranquillità senza rinunciare al divertimento. I luoghi imperdibili sono la baia di Milna o le spiagge di Bol. Tra queste la più particolare è Zlatni Rat, ovvero “punta d’oro”, una punta ricoperta di ciottoli perpendicolare alla costa che cambia posizione a seconda del vento. L’isola è, inoltre, paradiso delle attività outdoor: kitesurf, windsurf e sci nautico sono solo alcune delle attività sportive che si possono praticare qui.

 

Croazia meridionale

 

Vis: isola nota soprattutto per le sue bellezze naturali forgiate dai venti a cui è esposta costantemente data la sua posizione. È circondata da stupende isole che sono quasi tutte disabitate, dove la calma regna sovrana. Biševo, in particolare è nota per la Grotta Azzurra, dove grazie a un gioco di rifrazioni luminose, oggetti e visitatori appaiono azzurri e argentei. 

 

Korčula: questo affascinante paesino medievale, che sorge sull’omonima isola, sembra uscito da una favola. Al tramonto il villaggio posto su una collina e raggiungibile da una scalinata barocca che parte dalla marina si colora di una luce calda che crea un’atmosfera incantata. Tutt’intorno case in stile veneziano si affacciano su baie con acque trasparenti. Le spiagge dell’isola sono raggiungibili solamente a piedi, in motorino o in barca, un’occasione unica per passare una giornata di totale relax.

 

Lastovo: un’isola disabitata dalle coste frastagliate e spiagge di ciottoli e sabbia. La sua particolarità sono i vecchi nascondigli nelle rocce realizzati quando era la base della marina jugoslava per i sottomarini. Le grotte sono raggiungibili solo in barca ed è possibile entrarci solo in gommone. 

 

Hvar: isola regina della mondanità, dove al mare incontaminato si aggiungo i party più esclusivi della costa croata. I vip di tutto il mondo, tra cui Brad Pitt, Sean Connery e i Beckham trascorrono qui le loro vacanze e l’isola è circondata da lussuosi yacht e paparazzi. Il Carpe Diem è il locale più famoso dello stato, ma è solo uno tra i locali più alla moda dell’isola dove la vita notturna è protagonista. 

 

Peljesac: ostriche, vino e sole sono le peculiarità di questa penisola. Da vedere anche la “muraglia cinese d’Europa” ovvero 5,5 chilometri di imponenti mura che collegavano il villaggio di Spon a Dubrovnik.

 

Mljet: è ritenuta una delle isole più belle dell’Adriatico. Secondo la leggende fu qui che Calipso tenne prigioniero Ulisse per sette anni. Oggi l’isola è Parco Nazionale: splendide pinete si affacciano su spiagge e riserve marine e all’interno il Piccolo e il Grande Lago sono raggiungibili solo via terra. Tra i due si trova l’isoletta sulla quale è stato costruito un monastero: un paesaggio suggestivo che sembra un’opera d’arte. 

 

Dubrovnik: la città si trova su una lingua di terra circondata dal mare e d oltre 30 anni rientra nel Patrimonio dell’Unesco. Gli imponenti bastioni di marmo bianco proteggono calli e viuzze strette e lastricate, dove l’odore della salsedine avvolge il centro storico. Nonostante sia stata distrutta tra il ’91 e il ’92 dai bombardamenti grazie ai suoi abitanti la sua bellezza e il suo patrimonio culturale è stato salvato. Infatti, i ragusini hanno messo da subito in salvo le opere d’arte dei grandi artisti del passato, tra cui Tiziano e Tintoretto, e sono riusciti a preservare gli antichi chiostri, le palizzate di legno, le logge, le vetrate e reliquiari d’oro della Cattedrale. Perdere l’occasione di visitare questa città sarebbe un delitto: il nucleo antico è come uno scrigno e le chiese, i conventi, la sinagoga e i musei sono i suoi gioielli. La città si affaccia sul mare: il bianco del marmo delle cave della Dalmazia meridionale si staglia sul blu dell’Adriatico rendendo chiaro l’appellativo di “Perla dell’Adriatico” che la città si è guadagnata negli anni. 

  

PRINCIPALI DISTANZE IN MIGLIA E ORE DI NAVIGAZIONE (velocità media di 7 nodi)

 

Spalato – Dubrovnik: 90 M – 12h50

Spalato – Brač:8 M – 1h10

Brač – Hvar: 6 M -50 min 

Hvar – Vis_ 6 M – 50 min

Korcula – Lastovo: 10 M - 1h30

Lastovo – Mileto: 18 M – 2h30

Mileto – Dubrovinic: 10 M – 1h30