Martinica, Grenada, St. Vincent and the Grenadines


Live slow and sail fast... dove trascorrere la vacanza dei sogni

I Caraibi piu' famosi e divertenti

Trentadue isole, un’economia legata soprattutto alla pesca, e coste frastagliate  a picco su acque cristalline di un intenso colore turchese: Saint Vincent and the Grenadines sono fra le mete più gettonate dai crocieristi dei Caraibi. 

In questa porzione delle Piccole Antille sembra quasi che una divinità si sia divertita a gettare in mezzo al Mar dei Caraibi dei piccoli sassi che si sono, con il tempo, trasformati in isole circondate da spettacolari barriere coralline, ideali per fare snorkeling o immersioni. Le dolci brezze che accarezzano costantemente questa zona sono ideali per una perfetta navigazione a vela.

La Martinica 

La prima tappa del vostro viaggio sarà questo paradiso della natura, dove potrete immergervi nei paesaggi più vari: dalla foresta tropicale del nord dell’isola si passa come per incanto alle splendide spiagge, che rispecchiano perfettamente le due anime di questa isola. Quelle del nord selvagge, incontaminate e sempre ventilate: ideali per i surfisti! Al sud invece piccole baie ed insenature di colore bianco o dorato sono perfette per chi è in cerca di relax, magari sorseggiando il rhum Agricol, vera specialità locale.

Saint Lucia 

Famosa per I Pitons, due vulcani gemelli, patrimonio dell’Unesco e che non a caso campeggiano nella bandiera nazionale. Assolutamente da non perdere è l’insenatura Marigot Bay, molto profonda e famosa come infallibile via di fuga per la flotta inglese dell’ammiraglio Nelson nelle battaglie contro i francesi. 

Tra le migliori spiagge che questo arcipelago può offrire, l'isola di Saint Vincent, terza tappa, propone in “Young Island Beach” il suo fiore all’occhiello, situato nella parte sud orientale: una deliziosa spiaggia di sabbia chiara e soffice, bagnata da un bel mare turchese e cristallino, con fondali bassi ideali per nuotare e per lo snorkeling, grazie alla grandissima varietà della fauna marina.
Per gli amanti del cinema è d’obbligo la visita di Wallilabou, location dove è stato girato il primo episodio de “I pirati dei caraibi”.

Bequia poche miglia di navigazione a sud è l’isola più popolata nell’arcipelago delle Grenadine. Port Elizabeth, nella zona di Admiralty Bay, è il suo villaggio più grande. I negozietti, i ristoranti, gli splendidi alberghi e i bar frequentati nei secoli scorsi dai cacciatori di balene renderanno indimenticabile la vostra visita. I vecchi cannoni di Fort Hamilton, ancora puntati verso il mare, vi faranno fare un tuffo nel passato. Il centro abitato più caratteristico è Paget Farm, un coloratissimo villaggio di pescatori le cui case non hanno né porte né finestre e somigliano a sculture astratte: a completare il quadretto le spiagge di Frienship Bay e di Spring Bay, ideali per gli amanti della tranquillità. Sulla costa orientale troviamo Park Beach con un Turtle Sanctuary, dove circa duecento tartarughe Hawkbill vengono curate e accudite prima di riprendere la vita in mare.

Canouan

Dopo esservi rifatti gli occhi con le meraviglie delle isole maggiori, fate un pisolino cullati dal ritmo lento e costante degli Alisei e al vostro risveglio rimarrete abbagliati perché non vi sembrerà di smettere di sognare: quella che avrete davanti è l'isola di Canouan, famosa per la sua barriera corallina che la circonda, le bianche spiagge e le baie appartate. Dopo una giornata all'insegna dello sport non vi resta che completare il tutto con una cena raffinata sorseggiando un cocktail dietro uno sfondo di palme e tramonti da sogno.presso il Tamarind Bay.

 

Nemmeno il tempo di pensare a tanta meraviglia che il vostro skipper vi condurrà verso le Tobago Cays, circondate da una grande barriera corallina detta Horse Shoe reef e da una seconda barriera più piccola denominata World's End reef. Le acque incontaminate, le abbondanti varietà di pesci e le incantevoli spiagge fanno delle Tobago Cays la sede di un famoso Parco marino in cui si possono praticare snorkeling, immersioni subacquee ed altri sport acquatici come il kitesurfing. 

 

Proseguendo nella nostra veleggiata incontreremo la piccola Palm Island, un prezioso gioiellino dalle molteplici sfaccettature. Quest’isola è la meta ideale per chi cerca di staccare completamente dallo stress e dalla vita di tutti i giorni. Le dimensioni ridotte consentono di girarla completamente con una passeggiata che vi permetterà un contatto soft con la natura.

 

Levata l'ancora ci imbatteremo in un isolotto davvero caratteristico: Morpion é un mucchietto di sabbia in mezzo al mare aperto la cui circonferenza é di soli 130 metri. Al centro un ombrellone di paglia, tutto intorno un reef che crea piscinette naturali che invitano a sdrairsi lasciandosi cullare dalle onde che dolcemente lo superano. La curiosità riguarda sicuramente la storia di questo ombrellone chefu installato su Morpion per una campagna pubblicitaria della Martini.

 

L'ultima tappa del nostro viaggio entusiasmante è prevista a Sandy Island, un'incantevole atollo dalle lunghissime spiagge bianche e soffici, perfette per fare lunghe passeggiate e fare del beachcombing e se sarete fortunati troverete qualche souvenir davvero particolare.

Grenada

E se la mancanza della natura selvaggia e dell’avventura sarà troppo grande per essere sopportata navigate fino a raggiungere Grenada dove troverete rade eccezionali e da dove potete organizzare altri splendidi itinerari caraibici.

Crociere


Forse vorresti provare...

Capodanno 2017 ai Caraibi: Crociera in catamarano alle Grenadine

Dal 27 dicembre al 7 gennaio alle Grenadine: Martinica - St.Lucia - Bequia - Tobago Cays - Palm Island - Clifton Harbour- Mayero